La Puglia è una meravigliosa regione che offre importanti opere paesaggistiche e architettoniche; a soli trenta chilometri di strada dalla città di Castro, si arriva a Santa Maria di Leuca.

In posizione strategica, nella punta più meridionale del tacco d'Italia, con il suo imponente faro a ridosso del promontorio a picco sul mare, è una delle attrattive più gettonate della zona. Il nome Leuca deriva dal greco Leukos, ovvero bianco, come bianche sono le scogliere affacciate sul mare, che sono una sua pittoresca caratteristica.

Santa Maria di Leuca sorge tra Punta Ristola e Punta Meliso, nel punto esatto in cui secondo racconti popolari, il Mar Adriatico incontra il Mar Ionio e a causa del colore diverso delle loro acque appare una linea di confine. Nel suo tratto di costa si alternano scogliere affacciate sul mare e insenature sabbiose; i suoi fondali marini le numerose grotte sono una grande attrattiva per gli appassionati del settore. L'entroterra di Santa Maria di Leuca è caratterizzato da numerose ville dell'800 in stile liberty e moresco, residenze estive dei nobili di inizio diciannovesimo secolo, che ancora oggi mantengono la loro struttura originale.

Il faro di Santa Maria di Leuca

Adiacente alla Piazza della Basilica di Santa Maria de Finibus Terrae, situato a Punta Meliso, si innalza il grande faro simbolo di estrema importanza architettonica e nautica.

Fu progettato dall'ingegnere Achille Rossi e venne costruito nel 1864; alto 47 metri dal livello del suolo e 102 dal livello del mare, è un'importante struttura a forma ottagonale realizzata in pietra di tufo conchifero. Venne progettato e costruito in sostituzione di un'antica torre fatta costruire da Filippo II e per la prima volta fu acceso il 6 settembre del 1866.

https://www.instagram.com/p/Bo1VoSsi89M/

Salendo i suoi 254 scalini, si arriva alla terrazza sottostante la lanterna metallica, da qui si può ammirare uno straordinario ed unico panorama; nelle giornate più limpide si possono osservare le coste dell'isola greca di Corfù e le montagne che segnano il confine tra Albania e Grecia. Inoltre è ben visibile la linea che segna il confine tra le acque del mar Adriatico e del Mar Ionio che proprio al largo delle coste di Santa Maria di Leuca si incontrano.

Secondo in Europa per altezza, più alto c'è solo il faro del Porto di Genova, il faro di Santa Maria di Leuca ha la luce della sua lanterna visibile fino a 50 chilometri dalla costa; infatti viene chiamato il faro a tutela dei naviganti.

La lanterna ha un diametro di tre metri ed è posizionata su una torre a forma ottagonale e su un edificio di due piani; all'interno vi sono tre alloggi usati dai fanalisti ed uno come sala motori.

Il Faro di Santa Maria di Leuca, che sorge alto e imponente su un promontorio a ridosso delle scogliere sul mare, ha una vista mozzafiato che rappresenta una delle attrattive più spettacolari del lembo di terra più a sud del nostro meraviglioso Paese.

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Ricevi Offerte e Promozioni Riservate


Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Invalid Input

Contents © 1977-2016 - Panoramico S.r.l. - Castro Marina (LE) - P.IVA 04597290750. Design © 2016 - All Rights Reserved -