Gli appassionati di trekking possono andare alla scoperta di nuovi ed affascinanti sentieri nel Salento, e immergersi nella natura per vivere un'esperienza unica e indimenticabile. Ecco i migliori itinerari da non lasciarsi sfuggire per tutti coloro che amano praticare questa attività.

Il canale di Acquaviva

Il trekking è uno sport particolarmente apprezzato durante le vacanze e sono tantissimi i turisti che prediligono questa attività per rilassarsi all'insegna della natura. Partendo da Castro Marina è infatti possibile avventurarsi in numerosi percorsi e lasciarsi incantare da paesaggi straordinari e unici del Salento.

Tra gli itinerari più suggestivi per praticare trekking nel Salento si trova quello che conduce al Canale di Acquaviva, uno dei luoghi più rinomati, dove è possibile ammirare il panorama mozzafiato di Castro Marina. Per addentrarsi nella natura vera e propria occorrerà avventurarsi nel sentiero dei tratturi antichi e raggiungere la costa dopo aver percorso circa 10 km. Per chi predilige le distanze più corte è possibile optare per un itinerario alternativo, noto come "Castro e dintorni", della lunghezza di circa 9 km di sterrato e sentieri asfaltati. Anche da qui sarà possibile ammirare la Baia di Acquaviva.

Da Otranto al Faro della Palascìa

Per iniziare l'escursione sarà necessario dirigersi ad Otranto, il punto di partenza dell'itinerario. Da qui sarà possibile percorrere circa 13 km grazie ad un sentiero ad anello nel quale si trova il faro di Punta Palascìa. Il tragitto è caratterizzato da sterrato e durante il cammino si giungerà ad una scogliera. Durante l'escursione si attraverseranno delle zone boschive caratterizzate dalla presenza di numerosi cespugli, per questo motivo è bene evitare pantaloni corti e indossare delle scarpe adatte al trekking.

Oasi naturale delle Cesine

Un'altra rinomata meta per il trekking nel Salento è l'Oasi Naturale delle Cesine: il tragitto ha inizio a Acaya, un antico borgo medievale e permette poi di attraversare un territorio affascinante tra cui quello nella zona palustre che conduce fino l'Oasi. Il tragitto è lungo 14 km ed è caratterizzato sia da sentieri asfaltati che da sterrato, oltre che da bellissime spiagge. Qui i turisti avranno inoltre la possibilità di ammirare la fauna avicola che caratterizza la limpida acqua dell'Oasi, il tutto circondato da tantissime zone boschive verdeggianti.

Parco Naturale Regionale Litorale di Punta Pizzo

Per praticare trekking nel Salento, un itinerario da non lasciarsi sfuggire è il Parco Naturale Regionale Litorale di Punta Pizzo e Isola di Sant'Andrea, situata a sud di Gallipoli. Il percorso ad anello è lungo circa 16 km che si alternano tra sterrato, zone rocciose e sabbia.

Il punto di inizio è il Canale dei Samari, dal quale sarà possibile passare attraverso l'incantevole spiaggia dei Foggi e un'affascinante pineta. Da qui si raggiunge poi il tratto costiero che circonda Punta del Pizzo. Trattandosi di un itinerario in parte sabbioso, è bene indossare delle scarpe comode e adatte per percorrere le dune di sabbia, e munirsi di tanta acqua per affrontare al meglio le giornate più afose.

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Ricevi Offerte e Promozioni Riservate


Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Invalid Input

Contents © 1977-2016 - Panoramico S.r.l. - Castro Marina (LE) - P.IVA 04597290750. Design © 2016 - All Rights Reserved -
ChiamaRichiedi PreventivoWhatsApp