Situata in provincia di Lecce, Castro è un vero e proprio gioiello della Puglia, e racchiude nel centro storico dei monumenti che sono una testimonianza di grande eccellenza del passato della città.

Nonostante alcuni di essi siano stati spesso devastati dalle incursioni dei vari popoli in lotta con l'antica Castro, tutti mantengono una grande e dignitosa bellezza, che li porta a essere delle tappe irrinunciabili per chiunque si trovi a passare presso questa località ricca di storia.

La Cattedrale dell'Assunta e le sue origini antichissime

Questo splendido edificio romanico può vantare un'origine veramente antica: pare, infatti, che sorgesse sulle rovine di un tempio greco come luogo di culto della dea Atena. Questa diventò in seguito Minerva, dea talmente cara ai romani di Castro da trovarsi anche nell'antico toponimo della città: Castrum Minervae.

L'esterno dell’edificio è caratterizzato da uno stile romanico saldo e compatto, che viene alleggerito in parte dal pregevole rosone posto sopra la porta d'entrata. A fianco si possono trovare la torre campanaria e l'antica cripta della basilica bizantina, i cui resti sono corredati da meravigliosi affreschi della stessa epoca. L'esterno della Cattedrale è stato interessato circa 9 anni fa da un eccellente intervento di restauro che ha permesso il recupero della struttura originale. Questa si presenta oggi di pietra chiara con elementi decorativi dalla grande simmetria.

L'interno della Cattedrale: arte e bellezza da conservare

Entrando all'interno dell'edificio, si è subito colpiti dall'aspetto luminoso e imponente, anche se sempre intimo e mistico, della Cattedrale. I colori chiari aiutano l'illuminazione della chiesa, nonostante le sue piccole finestre tipiche dello stile romanico. La struttura a una navata della fabbrica interna contribuisce a dilatare lo spazio interno della Cattedrale di Castro, che può così venire percorsa con facilità.

Questa formazione porta anche a concentrare subito lo sguardo sull'abside, che ospita un pregevole altare di epoca barocca. Sempre nella stessa area sono visibili anche le due tele seicentesche che ritraggono la Vergine.

Le due cappelle laterali all'abside conservano una le reliquie di Santa Dorotea, l'altra particolari esempi di opere in cartapesta tipiche della provincia.

Un edificio dalla sorte tragica: il Palazzo Vescovile

Attaccato al corpo centrale della Cattedrale, il Palazzo Vescovile presenta una struttura e una costruzione molto simile, anch'essa formata da pietre levigate dal colore chiaro.

Castro, nei secoli, ha conosciuto una sorte piuttosto triste per quanto riguarda il suo ruolo come diocesi, in quanto i costanti attacchi dei pirati saraceni nel 1500 costrinsero i vescovi a risiedere in altre località meno a rischio, lasciando così i fedeli della città senza una guida.

Nel 1800 Castro perdette definitivamente il ruolo di sede vescovile, ma il pregevole Palazzo Vescovile si erge ancora oggi a ricordo dell'importanza religiosa della città nella storia.

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Ricevi Offerte e Promozioni Riservate


Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Invalid Input

Contents © 1977-2016 - Panoramico S.r.l. - Castro Marina (LE) - P.IVA 04597290750. Design © 2016 - All Rights Reserved -
Art Director: Ettore Ferramosca | Digital Agency: Envision
ChiamaRichiedi PreventivoWhatsAppAnti covid